Avvio veloce Top
 
ricerca
 
[29/02/2012] Generale
Approvato il bilancio 2011: fatturato corporate di 1,5 mld di euro, utile lordo a 14,8 milioni.
Il Consiglio di Amministrazione di Iccrea BancaImpresa (già Banca Agrileasing), la banca per lo sviluppo delle imprese clienti delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane - controllata da Iccrea Holding - ha approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2011.
Il risultato lordo di gestione si è attestato a 14,8 milioni di Euro, con un utile di esercizio, al netto delle imposte, pari a 1,97 milioni di Euro.
La redditività netta 2011 è in linea con quella dell’esercizio precedente nonostante le tensioni sul fronte dei rischi creditizi e finanziari connesse al deterioramento del quadro congiunturale e alle difficoltà attuali delle imprese italiane.
In un contesto congiunturale particolarmente difficile, la Banca non ha fatto mancare il sostegno alle PMI, a conferma del ruolo svolto all’interno del Sistema del Credito Cooperativo italiano. Il valore del nuovo stipulato realizzato a livello corporate è stato di 1.481 milioni di Euro.
Nel settore leasing la Banca ha posto in essere 1.022 milioni di Euro di stipulato, mentre per quanto concerne i finanziamenti a medio termine, l’attività complessiva ha registrato uno stipulato complessivo di 459 milioni di Euro.
Nell’ambito dell’attività di finanza straordinaria sono state perfezionate nuove operazioni per 147 milioni di Euro, alle quali vanno aggiunte le operazione sviluppate da parte dell’area di business Estero per 62 milioni.
Al valore d’affari complessivo hanno contribuito anche le aree di business delle controllate, BCC Factoring e BCC Lease. Il factoring ha registrato 1.026 milioni di Euro di turnover, in crescita del 53%; mentre la locazione operativa a quota 73 milioni di Euro di stipulato, con una crescita del 33%.
Si conferma il forte supporto alle imprese clienti del Credito Cooperativo che rappresentano oltre il 95% del volume d’affari complessivo di Iccrea BancaImpresa.
I crediti verso la clientela ammontano a 9,3 miliardi di Euro (+5,1%).