Avvio veloce Top
 
ricerca
 
[09/04/2009] Generale
Convegno Progetto Mediterraneo
Promosso dalla BCC Pordenonese in collaborazione con Banca Agrileasing, CCIAA Pordenone e Ordine dei Dottori Commercialisti, per dare una risposta concreta alle PMI che, visto il panorama attuale e la complessità delle variabili macroeconomiche, hanno sempre più la necessità di valutare percorsi di sviluppo e di investimento oltre confine.

Con l’avvio del Progetto UPM - Unione per il Mediterraneo - la Tunisia, primo paese dell’area Med in libero scambio con l’Unione Europea, diventa un mercato a forte attraenza per gli investitori esteri perché riconosce considerevoli vantaggi fiscali, quali esenzioni ed incentivi, oltre ai benefici derivanti dal basso costo del lavoro e dell’energia.

Di alto profilo sono stati gli interventi curati da Banca Agrileasing con il Capo Progetto Mariella Liverani, Hechmi Chatman (Delegato Generale Fipa Tunisia in Italia) e Stefano Zoletto, Partner Mediterraneum Consulting, che hanno catalizzato l’attenzione dei convenuti illustrando  le grandi opportunità offerte dalla Tunisia, che grazie anche alla posizione logistica che la rende ponte per l’Europa verso tutta l’Africa, punta molto sugli investimenti esteri per lo sviluppo della sua economia.  E’ intervenuto anche Gianmarco Zanchetta in veste di Presidente BCC Private Equity.

Il Direttore Generale della BCC Pordenonese, Gianfranco Pilosio, ha offerto, infine, la disponibilità della Banca ad organizzare, con la collaborazione di Banca Agrileasing, una missione imprenditoriale in Tunisia. La missione ha il duplice obiettivo di stimolare le PMI interessate all’internazionalizzazione a partecipare all'XI Forum di Cartagine sull'investimento, e quello di far conoscere i punti di forza della Tunisia grazie alla possibilità di visitare in loco le aziende già insediate, di prendere visione dei relativi progetti di investimento, oppure, cogliere l’opportunità di incontri "Business to Business" con potenziali Partner.